Ultime NEWS
giovedì 10 novembre 2016
domenica 2 ottobre 2016
domenica 12 giugno 2016
mercoledì 8 giugno 2016
lunedì 29 febbraio 2016



Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:




Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Registra Cancella

Vetrate artistiche


La vetrata che sta sopra il portale d'ingresso
Al centro il monogramma di Cristo (in greco è l'intreccio delle due consonanti C e R = iniziali di Cristo), Sole del mondo, inizio e fine della creazione (Alfa e Omega = prima e ultima lettera dell'alfabeto greco).
Chi entra nel tempio deve accettare la Sua Signoria, come condizione per l'accesso al mistero.
 


Il triangolo che sta sopra l'Altare
esprime l'Effusione dello Spirito Santo dalla mano del Padre sul mondo (rappresentato dal sole,
dalla luna e dai colori degli elementi che formano il mondo) e sull'altare sul quale il Figlio
rinnova l'offerta del Suo Sacrificio al Padre, per mezzo dello Spirito.
 


Il mondo e i suoi elementi
Secondo una concezione filosofica medioevale, il mondo è formato da elementi,
che nelle vetrate vengono espressi mediante i colori:
l'azzurro dell'aria, il verde dell'acqua, il marrone della terra e il rosso del fuoco



Le vetrate poste nel Presbiterio
associano i quattro elementi del cosmo ai simboli dei quattro Evangelisti.
I quattro Esseri Viventi, visti dai Profeti e identificati dalla Chiesa,
secondo la grande simbologia medioevale che associava ciascuno di loro ad uno degli elementi cosmici
e nello stesso tempo ad uno dei "momenti" fondamentali del Mistero della Salvezza.

 


Matteo, annunciatore dell'Incarnazione, nella figura dell'Angelo, è associato all'Elemento superiore dell'Aria.
Le stelle ricordano il Regno Celeste


Luca, nella figura del bue, animale sacrificale, testimonia l'umiliazione e la Passione del Signore, disceso sulla Terra.
La luna mutevole e declinante rappresenta la debolezza della condizione umana.


Marco, nella figura del leone, rappresenta la forza vitale e invincibile del Figlio di Dio che si manifesta nella Risurrezione.
E' collegato all'Acqua, elemento vitale del mondo.
I pesci ricordano la nostra immersione nell'acqua della vita eterna.


Giovanni, nella figura dell'aquila che si innalza fino a penetrare il fuoco della Sostanza Divina, annuncia l'Ascensione del Signore, la sua entrata nella Gloria del Padre.
Il sole che i suoi occhi possono fissare, ricorda la visione della Gloria, alla quale siamo chiamati.