Ultime NEWS
sabato 17 novembre 2018
mercoledì 12 settembre 2018
domenica 10 giugno 2018
mercoledì 28 marzo 2018
venerdì 16 marzo 2018



Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:




Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Registra Cancella

News

« Elenco records

2° Assemblea Generale della CdAL il 22 aprile 2018 col vescovo don Marco

venerdì 4 maggio 2018

 
Domenica 22 aprile 2018 nell’aula Magna del seminario gremita di persone non solo aderenti ai vari movimenti e associazioni della nostra diocesi, si è tenuto l’incontro annuale a cui il vescovo Marco tiene in particolar modo partecipare, presente per la prima volta don Manuel Beltrami da lui delegato come assistente, insieme alla segretaria Maria Rita Genova. Il vescovo con sua lettera personale del 5 aprile scorso, ha invitato a questo incontro anche tutti i laici e laiche della nostra diocesi impegnati a vario titolo, anche al di là della CdAL. Il tema della giornata ruotava attorno a questa domanda: “Come si forma un cristiano”, tema definito in CdAL l’8 febbraio scorso, al quale peraltro avevano cercato di rispondere le varie associazioni, inviando le loro indicazioni alla segreteria entro marzo, cercando di superare l’illusione che la formazione sia solo un’istruzione sulle verità della nostra fede, ma perché riesca a portare da una realtà informe verso una realtà ben definita.
L’incontro è iniziato con un momento di preghiera con la recita dei Salmi Ora Terza e un breve pensiero di don Marco. Poi Maria Rita spiega lo svolgimento dell’incontro che consiste nella presentazione di 4 relazioni su 4 diversi temi, mediamente di 30 minuti ciascuno. Al termine la S. Messa presieduta da don Marco con don Manuel, segue il pranzo ed infine i lavori di gruppo per un confronto comunitario, con restituzione finale di quanto emerso all’Assemblea.

Il 1° tema: “Dalla religione alle Fede” è presentato da don Manuel. (vedi diapo)
Il 2° tema: “Dall’individuo alla persona” è presentato da Enzo Riccò (Azione Cattolica).(vedi diapo
Il 3° tema: “Dalla paura alla figliolanza” è presentato da Attilio Lucchi (Neocatecumenali). (vedi testo)
Il 4° tema: “Dalla morte alla Vita Nuova” è presentato da Domenico Marinelli (Focolari). (vedi testo)
Nell’omelia il vescovo ci ringrazia prima di tutto perché ci siamo, poi ci offre alcune indicazioni.  

Dai 5 gruppi di lavoro emergono alcune indicazioni: Si è fatta un po’ di fatica a ritrovarsi nei 4 temi proposti. Le sofferenza di vita aiutano più facilmente a passare da una religiosità generica alla Fede, attraverso esperienze forti di incontro col Risorto. Le persone che ne fanno esperienza iniziano cammini di risurrezione, dalla morte alla vita e sono in grado di portare linfa nuova nelle parrocchie, ma serve coraggio nei preti all’accoglienza di una corresponsabilità laicale, che porta anche a saper ringraziare per queste maturazioni e crescite personali. C’è molto da condividere e da camminare per essere una Chiesa più credibile. Cosa portiamo a casa oggi? Ci siamo conosciuti di più, così possiamo lodare Dio insieme per questa bella esperienza, riconoscendo che il collante è lo Spirito che è in noi. Possiamo ringraziare Dio anche se siamo in pochi, certi che è Lui che opera meraviglie attraverso la nostra unione con gli altri vicini o lontani dalla fede.

Pagina de "La Cittadella" n° 17 del 29 aprile 2018.